Presto un tetto massimo sulle VLT in Regno Unito?

In UK sta per arrivare un limite per le scommesse sulle macchinette

Aria di cambiamento oltremanica: i politici britannici stanno considerando di imporre un tetto massimo sulle puntate che vengono effettuate sulle slot machine e altri tipi di macchinette, passando da 100 a 2 sterline a puntata.

Questa misura potrebbe avere risolti negativi sulle entrate di molte agenzie di scommesse, a partire dal colosso William Hill che ha una forte presenza e un mercato consolidato nell’isola di sua maestà.

Il tetto massimo sulle slot: puntate fino a 2 sterline

Il governo britannico ha annunciato l’intenzione di mettere in funzione nei prossimi mesi – probabilmente entro la fine dell’anno – il tetto massimo per le puntate sulle FOBT (Fixed Odds Betting Terminals), le macchinette che si trovano ovunque nel Regno Unito.

Se il provvedimento verrà davvero messo in atto, il valore massimo di ogni puntata nel regno della regina Elisabetta sarà limitato a 2 sterline (poco più di 2 euro e 20 centesimi) per le slot machine e per altri giochi come videopoker e roulette.

4.000 centri scommesse rischiano di chiudere i battenti

Secondo le prime stime, un numero considerevole di centri scommesse, locali di piccole e medie dimensioni che si trovano in ogni angolo del Regno Unito, potrebbe chiudere a causa della nuova legge.

Le cifre parlano di circa 4.000 centri, poco meno del 50% degli 8.500 negozi di scommesse della Gran Bretagna, come conferma la società di consulenza KPMG international, senza contare l’impatto sui posti di lavoro per il settore.

La posizione dell’inglese William Hill​

William Hill, agenzia inglese di scommesse e casinò online noto anche in Italia, si è dichiarata contraria al provvedimento, annunciando che taglierà i fondi che investe per le sponsorizzazioni delle corse ippiche, un settore particolarmente florido dell’economia del Regno Unito.

Secondo il bookmaker, tra l’altro, la decisione del governo di Theresa May non avrà l’effetto desiderato, ma anzi favorirà un uso compulsivo delle macchinette. In attesa di novità nel Regno Unito, William Hill sta concentrando la sua attenzione verso un mercato nuovo e particolarmente florido, quello americano.

La sua attività è già affermata in Nevada, lo stato di cui fa parte la celebre Las Vegas, e potrebbe presto espandersi al New Jersey. A breve, inoltre, aprirà una nuova sede a Malta. L’offerta di questo leader del settore tocca i più diversi ambiti, dall’ippica al calcio, dalle scommesse al casinò, ed è tutta da scoprire.

Visita William Hill Casino

Un tetto per le scommesse: e se accadesse in Italia?

Quanto sta per avvenire nel Regno Unito potrebbe in realtà estendersi anche all’Italia, dove il governo M5S-Lega Nord ha già annunciato di voler limitare il gioco d’azzardo per contrastare il fenomeno della dipendenza.

Le misure previste dal contratto di governo

Tra gli interventi per limitare il gioco citati dall’ormai famoso contratto Lega-M5S, i piu’ rilevanti sono:

  • Divieto assoluto di pubblicità e sponsorizzazioni;
  • Limitazioni alle forme di gioco d’azzardo che prevedono puntate ripetute;
  • Introduzione di una tessera personale obbligatoria per impedire il gioco d’azzardo minorile;
  • Tetto massimo per le puntate;
  • Limitazione degli orari di gioco;
  • Tracciabilità del denaro utilizzato nel settore per combattere infiltrazioni mafiose ed evasione fiscale.

Nei prossimi mesi, quindi, anche nel nostro Paese potrebbero arrivare novità riguardanti il settore.